Tiempo  5 horas 14 minutos

Coordenadas 7790

Fecha de subida 12 de octubre de 2019

Fecha de realización octubre 2019

  • Valoración

     
  • Información

     
  • Fácil de seguir

     
  • Entorno

     
-
-
1.887 m
1.069 m
0
3,8
7,6
15,21 km

Vista 465 veces, descargada 6 veces

cerca de Giallo, Lombardia (Italia)

Gita effettuata il 12 Ottobre 2019.

Lascio l'auto presso il parcheggio della Riserva Naturale dei Boschi di Giovetto e mi incammino lungo la strada sterrata che sale nel bosco. Al bivio, giro a sinistra seguendo le indicazioni per il monte Costone e il Rif. San Fermo (dal parcheggio, per il rifugio danno 3h e 10min). Il percorso sale con pendenza leggera su strada sterrata o su mulattiera rocciosa circondati dai pini della Riserva in uno splendido sottobosco. il percorso continua così sino ad arrivare al Passo del Giovetto.


Qui, prendo la strada di destra che sale con maggior pendenza sino al Roccolo del Giovetto.Al bivio, prendo la strada sterrata di sinistra seguendo le indicazioni per la Malga Creisa.
Arrivato poco sotto la Malga, gli alberi finiscono e si può ammirare il primo panorama sulla valle sottostante e la Presolana, il passo omonimo e il Monte Pora ad ovest.


Salgo alla Malga, e continuo lungo la strada sterrata.
Appena prima di rientrare nel bosco, lascio la comoda strada e prendo il sentiero di sinistra con le indicazioni per il Passo Costone. Il sentiero sale con pendenza media ed elevata nel bosco. A volte risulta difficile vederlo a terra, ma bisogna stare attenti a seguire i numerosi bolli rossi e bianchi sugli alberi.
Si supera un tratto con degli alberi caduti e tagliati ed arrivo presso il bel Roccolo del Gati.


Una breve pausa per riprendere fiato e poi supero il Roccolo e salgo presso la costa della montagna dove il bosco finisce e incominciano i pascoli, regalandomi una splendida vista a 360° presso il bivio col Laghetto di Pusù.


Il percorso continua lungo la costa su visibile e larga traccia su erba sino ad arrivare infine presso la croce di legno che orna la cima del Monte Costone.
Il panorama da qui è uno spettacolo a 360°:



Dopo una piccola pausa e parecchie foto, riprendo il cammino salendo in cresta sino al Passo Costone. Il sentiero continua in costa sotto le Corna di San Fermo con qualche piccolo saliscendi e qualche tratto facile, ma leggermente esposto sino ad arrivare sopra la Pozza di San Fermo.


Scendo sino ad arrivare alla sella, da dove faccio parecchie foto alla sottostante val Camonica, e poi risalgo il pascolo sino a raggiungere il Rifugio Sanfermo,situato presso l'omonimo colle che gode di uno splendido panorama sulla Presolana e Su Borno e la Val Camonica.
Qui mi fermo per il pranzo e un pò di meritato riposo.


Rifocillatomi, decido di intrapprendere il cammino di ritorno, poichè il cielo incomincia a velarsi e il sole non scalda più come durante la mattinata.
Prendo la strada sterrata che scende dal rifugio e, al primo bivio, prendo la strada che scende presso la Malga San Fermo poco sotto il rifugio.
Qui, la strada finisce. Grazie alla traccia che seguivo, ho trovato il sentiero che dalla malga scende il Costone e si reinoltra nel bosco. Purtroppo,alla malga,l'inizio del sentiero non è visibile e non ci sono cartelli che lo indicano quindi bisogna far ballare bene l'occhio in giro.
Il sentiero scende per il pascolo seguendo una labile traccia con qualche rado bollo su bassi sassi e poi continua nel bosco scendendo con pendenza media sino ad arrivare presso la Malga Zumella.


Qui, prendo la strada sterrata a destra che scende con pendenza lieve seguendo l'indicazione per la Croce di Salven.
La discesa è quasi tutta nel bosco, con qualche rado sprazzo sulla valle sottostante e in meno di un oretta raggiungo la strada asfaltata presso la frazione Croce di Salven, da dove poi proseguo lungo la Provinciale sino a tornare presso il parcheggio di partenza.

Difficoltà:
Le strade sterrate, le mulattiere e i sentieri da me percorsi sono senza particolari difficoltà tecniche, infatti erano utilizzate anche da MTB elettricher che arrivavano per lo più da Borno dopo essere passate dal Rifugio.Qualche difficoltà a trovare il sentiero nel tratto di salita in cresta prima del Roccolo del Gati e in discesa presso la Malga San Fermo. Qualche tratto leggermente esposto tra il Passo Costone e il Rifugio San Fermo.

I miei tempi:
Dal parcheggio alla cima del Monte Costone 1h e 50 minuti
Dalla Cima al Rifugio San Fermo: 40 minuti
La discesa dal Rifugio al parcheggio di partenza: 1h e 25 minuti

Buon divertimento.
Waypoint

Partenza

Waypoint

Passo di Giovetto (Giovetto di Paline)

Waypoint

Malga Creisa

Waypoint

Roccolo del Gati

Waypoint

Lago Pusù

Waypoint

Monte Costone

Waypoint

Passo del Costone

Waypoint

Rifugio San Fermo

Waypoint

Malga Zumella

5 comentarios

  • Foto de Stefanom75

    Stefanom75 14-oct-2019

    He realizado esta ruta  ver detalle

    Bella gita e belle foto. Sono stato in questa zona anni fa e confermo che merita.

  • Foto de SoniaSonia

    SoniaSonia 14-oct-2019

    He realizado esta ruta  ver detalle

    Percorso facile e non troppo lungo. Complimenti per le belle foto.
    Ciao.

  • Foto de Pippo71

    Pippo71 14-oct-2019

    He realizado esta ruta  ver detalle

    Gita molto bella. Ottima descrizione. Grazie.

  • Foto de Elena Sofia

    Elena Sofia 14-oct-2019

    He realizado esta ruta  ver detalle

    Panorami bellissimi. Complimenti! ;)

  • Foto de tabita85

    tabita85 14-oct-2019

    He realizado esta ruta  ver detalle

    Bella gita. Me la segno per una prossima uscita.

Si quieres, puedes o esta ruta